Una nuova caffettiera tutta made in Vco: è un ritorno al passato, quando a Omegna Bialetti inventò la moka. Dal 2010 il marchio acquisito da una multinazionale con sede a Coccaglio (Brescia) ha detto addio al luogo di origine. Fino all’anno scorso a Ornavasso, nel capannone di Blu service e Atena, imprese del gruppo Azzurra, era rimasto qualcosa della gloriosa produzione di un’invenzione nota in tutto il mondo. Si assemblavano i pezzi – prodotti all’estero – per confezionare caffettiere su cui stampare la griffe dell’omino con i baffi. Un anno fa anche questa attività è stata portata a Coccaglio e i 39 addetti di Blu service, chiusa, hanno dovuto trovare altro lavoro.

Adesso dalle ceneri di quell’esperienza l’imprenditore ossolano Gianni Vittoni ha fatto nascere Mokavit. E’ una caffettiera adatta a tutti i tipi di calore: fornello a gas, stufa a legna e soprattutto piastre a induzione, quelle elettriche che stanno rapidamente conquistando il mercato delle cucine.  I prezzi? Da articolo di lusso: 90 euro per quella da 3 tazze, 100 per quella da 6 e 130 per quella da 9, ma si assicura «la garanzia a vita». Da 500 euro è invece il kit con tutte tre e una base di design in radica, vetro, ceramica, che può essere realizzata su misura. Le caffettiere vengono fabbricate con alluminio lavorato da terzisti a Gravellona Toce. Nel capannone con quattro linee in precedenza utilizzate per Bialetti si completa la filiera produttiva.

Da inizio ottobre sempre nella sede di Ornvasso verrà aperto un outlet per la vendita di un prodotto da acquistare soprattutto online. Vittoni inizia con dieci addetti, sperando in un risconto di clientela che gli consenta di aumentare rapidamente la produzione. Per raggiungere l’obiettivo ha investito anche in una campagna pubblicitaria nazionale, che ha come testimonial Joe Bastianich. Il patron di ristoranti, ambasciatore della cucina italiana in America e popolare personaggio televisivo, ieri era a Campino, alla Rampolina. Davide Minoletti ha prestato il suo locale con vista sulle isole Borremeo per il set. Compariranno nello spot in cui Bastianich risponde alla domanda «signori, caffè?» con un sì, «ma solo se me lo faccio io con la Mokavit», per cui Vittoni – che compare in scena – ha anche pensato a una miscela esclusiva e una versione «extra lusso», placcata in oro.

Cristina Pastore